nuove pompe jebao rw-8 e rw-15 la riproduzione dei pesci pagliaccio come rendere i coralli più colorati guida al metodo balling rabbocco automatico dell'acqua evaporata Pacific sun hyperionr2x150w

Parassiti dei Coralli Duri: Prima Parte: Copepodi, non solo ‘Red Bugs’


Esistono molteplici studi sui parassiti dei coralli, ma questi studi sono non collegati tra loro e sparsi sul web o pubblicati su riviste sconosciute.
Di Dana Riddle
Ho riflettuto a lungo prima di scrivere questo articolo. Avevo molte fotografie raccolte nel corso degli anni, ma quando un amico (Steve Ruddy) mi ha mandato le foto di alcuni parassiti – ho pensato che fosse giunto il momento di approfondire queste ricerche e pubblicarle.

Figura 1 Il copepode parassita Kombia angulata, riscontrato nei coralli duri Psammocora e Porites.  Foto dell’autore.

Il titolo di questo articolo è una riflessione sullo stato dell’arte dell’ acquariologia di barriera – gli acquariologi più esperti hanno raggiunto un punto tale che molti dei problemi sull’allevamento e mantenimento dei reef “casalinghi” è stato risolto. Possiamo quindi concentrarci su problemi differenti dai 4 principali (temperatura, illuminazione, movimento, e valori dell’acqua).

Esistono numerose ricerche sui parassiti corallini, ma queste ricerche sono spesso disunite e sparse sul web o pubblicate su qualche rivista poco conosciuta. Sin dai primi libri per acquariofili si è parlato brevemente dei predatori e dei parassiti dei coralli (Wilkens, 1990; Wilkens and Berkholz, 1986; Sprung and Delbeek, 1997; Delbeek and Sprung, 1994; Delbeek and Sprung, 2005), eppure si parla pochissimo dei copepodi parassiti. Lo scopo di questo articolo è quello di riunire alcune di queste ricerche in una sorta di “guida di riferimento”. Detto questo, sappiamo ancora molto poco sui parassiti corallini, nonostante questo articolo esaminerà circa 250 specie appartenenti a oltre 30 generi conosciuti come parassiti dei coralli duri. Esistono probabilmente migliaia di parassiti corallini che ancora devono essere studiati e descritti scientificamente.

Bisogna tener ben presente che l’osservazione in acquario ha buone possibilità di essere la prima in assoluto, per cui io esorto gli acquariofili a documentare le loro esperienze e ho davvero apprezzato Coloro che hanno condiviso con me le loro osservazioni. Prima di iniziare la nostra discussione, sarà bene rivedere alcune definizioni che troveremo spesso di seguito:

Commensale:
Organismo che vive all’interno o insieme ad un altro senza danneggiarsi o farsi del maschi.
Copepode:
Piccolo crostaceo acquatico della sottoclasse, generalmente provvisto di 6 paia di zampe. Alcuni copepodi sono parassiti.

Ectoparassita:
Parassita che vive all’esterno dell’organismo ospite.

Endoparassita:
Parassita che vive all’interno dell’organismo ospite.

Platelminti:
Vermi del phylum Platelminti. Alcuni sono parassiti.

Nudibranchi:
Letteralmente 'branchia nuda' – questi molluschi (sottordine Nudibranchia) hanno spesso le loro branchie /apparato respiratorio su dorso e/o sui fianchi. Alcuni nudibranchi mangiano coralli.
Parassita:
Organismo che trae nutrimento da un altro organismo (detto ospite) e a discapito dell’ospite. Dal greco parasitos, letteralmente 'uno che mangia dal piatto di un altro.

Predatore:
Organismo che sopravvive consumando un altro organismo.

Simbiosi:
Processo per cui gli organismi traggono vantaggio a vicenda vivendo insieme.

Simbionte:
Un partner nella simbiosi.



Di seguito vengono descritti alcuni parassiti corallini che hanno specifiche necessità alimentari, come tenerli sotto controllo e altre considerazioni su di essi.


Copepodi

I Copepodi (che significa "zampe piatte") sono crostacei che si trovano in un numero incredibile di ambienti, incluso stagni, laghi d’acqua dolce,ruscelli, laghi salati, e numerosi ambienti marini (dall’artico al tropicale). Anche da adulti sono molto piccoli (circa 3.5mm - 1/8" – per I parassiti corallini) ma spesso sono anche più piccoli, con le femmine che sono più grandi dei maschi. Una attente osservazione spesso basta per vederli ad occhio nudo, ma bisogna fare attenzione ad alcuni in quanto sono trasparenti o prendono il Colore dell’ospite.

I Copepodi hanno un esoscheletro molto duro, che muta con il crescere dell’animale. Gli esemplari adulti o semi-adulti hanno un solo occhio che generalmente è rosso sotto la luce del microscopio. Le Antenne (2 paia), i massillipedi, e un gruppo di mascelle secondarie servono a raccogliere e portare il cibo alle mandibole. Il cibo viene digerito in un intestino (spesso di Colore differente rispetto al resto del corpo); gli escrementi vengono espulsi attraverso un apertura nel segmento anale. Le Ovaie sono protuberanze del segmento genitale nelle femmine.Le zampe natatorie sono appendici articolate del metasoma (una sottosezione del prosoma). Hanno una coda ‘doppia’ (fural rami) che parte da una struttura chiamata ramo caudale.

Figura 2. Anatomia dei copepodi. Questi termini devono essere familiari per Coloro che vogliono osservarli.
I Copepodi sono generalmente presenti negli acquari marini. Essi costituiscono una fonte di cibo per molti animali marini, e la loro presenza generalmente è una cosa positiva. Vengono spesso introdotti in acquario vivi, congelati o liofilizzati, come alimento per pesci ed invertebrati marini.

La maggior parte dei copepodi si nutrono di batteri, diatomee o piccole particelle di cibo. Alcuni invece, hanno una dieta particolare associata ad animali ben precisi, inclusi coralli duri, molli, gorgonie, tridacne, e così via.

Copepodi Parassiti

E’ noto che alcune specie di copepodi sono parassiti dei coralli duri, coralli molli, anemoni, Tridacne, stele marine e altri invertebrati, anche se il numero dei copepodi parassiti è di gran lunga inferiore a quello dei copepodi non-parassiti. (i copepodi parassiti sono circa il 15%, secondo il guru dei copepodi Arthur Humes). Capita spesso tra gli acquariofili raggruppare i crostacei parassiti in categorie “allargate” chiamate ‘red bugs’ e ‘black bugs’. Inoltre, i red bugs vengono generalmente associati dagli acquariofili ad una singola specie (Tegastes acroporanus – nonostante questo animale è stato ufficialmente riscontrato in una sola specie di corallo – il corallo duro del Pacifico Acropora florida), e questo grazie soprattutto ad un articolo scritto nel 2002 da Ron Shimek. In realtà, i coralli possono essere infestati internamente o esternamente da numerosi generi di copepodi parassiti, come Alteuthellopsis, Xarifia, Stockia, Humesiella, Tegastes, Parategastes, Orstomella, Zazaranus, e molti altri. Vedi tabella uno.

Vedi la Tabella 2 alla fine di questo articolo per una lista di Coralli ospiti e Copepodi parassiti (per specie).




Per Coloro che vogliono identificare I copepodi parassiti, esistono numerosi prerequisiti. Innanzitutto, è richiesta infinita pazienza per identificare accuratamente la maggior parte di questi animali, nonostante che sia spesso semplice identificare un certo genere con alcuni esemplari. Occorre essere muniti di un microscopio di buona qualità. Possibilmente, occorre una fotocamera digitale con l’adattatore per microscopio , in modo da poter ottenere una documentazione fotografica per ulteriori analisi utilizzando come punto di partenza le conoscenze già acquisite sui copepodi parassiti. (vedi 'Riferimenti', in basso).


Distribuzione Geografica

I Copepodi vivono in tutti gli ambienti acquatici del mondo, dai laghi salati e oceani tropicali fino alle acque glaciali dei poli e nelle aree intorno nelle zone più profonde del mare e in presenza di reazioni idrotermiche.


Le precedenti pubblicazioni in materia di acquariologia, hanno generalmente sostenuto che i copepodi parassiti si trovassero solo nell’Oceano Pacifico. Non è così. Infatti I copepodi ritenuti essere parassiti di vari generi di coralli, sono diffusi in tutto il mondo. Vedi Figura 3.
 Figura 3. Distribuzione geografica generale di alcuni generi di copepodi parassiti.

Come si vede dalla Figura 3, i parassiti dei coralli sono distribuiti geograficamente. I generi Atlantici non sono strettamente legati ai generi riscontrati nel Pacifico.

Parassitismo contro Predazione

C’è una sottilissima differenza tra parassiti e predatori. Un predatore semplicemente si nutre della sua preda non curandosi minimamente della sorte di quest’ultima (tranne del fatto che essa fornisce nutrimento quando viene mangiata), invece un parassita generalmente trae beneficio dalla sua relazione con l’ospite, fino a che quest’ultimo soffre e si indebolisce e diventa più sensibile ai disturbi che possono causarne la morte. Il parassita trae beneficio solo finché l’ospite è vivo.

Per questo motivo, l’entità del danno o del trauma inflitto dal parassita al suo ospite è molto importante. Sparks (1985) descrive in questo modo le ‘reazioni’ degli invertebrati ai danni:
Infiammazione (definito come un repentino cambiamento susseguente ad un danno).

La Riparazione delle ferite riguarda sia la rimozione del tessuto necrotico, sia la ripresa delle sue funzioni.

Ovviamente, per avere successo, il danno provocato dal parassita non deve superare la capacità dell’ospite di riparare il danno subìto. Da qui ci poniamo la domanda: Fino a che punto la colonia di parassiti comincia a costituire un pericolo mortale per l’ospite? La risposta mi ha molto sorpreso – alcuni molluschi sono seriamente in pericolo quando solo 5 - ripeto 5 – parassiti risiedono su di essi o al loro interno (Sparks, 1985). D’altro canto, Humes (1994) riferisce che una piccola colonia di corallo duro (Pocillopora damicornis - 16 cm di diametro) era infestata da 668 copepodi parassiti della specie Xarifia quinaria.

Sintomi di infestazione di Copepodi Parassiti

I sintomi manifestati da un organismo ospite di un’infestazione di parassiti, non sempre sono subito apparenti. Nonostante alcuni copepodi parassiti esterni non sono particolarmente difficili da individuare, ci vuole una notevole capacità di osservazione per accorgersi della loro presenza. Per rendere le cose più difficili, alcuni copepodi sono capaci idi vivere all’interno dei polipi dei coralli, rendendo così impossibile la loro individuazione (vedi sotto un metodo di infestazione conosciuto usato dal copepode Xarifia obesa).

I sintomi di parassitosi interna di un corallo, dipende dal numero di parassiti. Speso, si nota una generale perdita di salute, perdita di Colorazione accesa, poca estroflessione dei polipi e perdita delle zooxantelle (forse a causa dell’azione predante del parassita).

Figura 4. Il corallo della specie Montipora (al centro) è infestato da 'parassiti neri'. Anche se l’estroflessione dei polipi è ancora buona, ha perso la sua normale colorazione vivace . Foto di Steve Ruddy (www.coralreefecosystems.com).

Figura 5. Copepodi su un corallo Montipora. Sono visibili gli occhi (punti neri).Foto di Steve Ruddy (www.coralreefecosystems.com).
  Figura 6. Un’altra foto di copepodi su una Montipora. Si notano la segmentazione del corpo, l’occhio e le antenne primarie. Foto di Steve Ruddy (www.coralreefecosystems.com).

Figura 7 . Una microfotografia di un 'black bug' trovato in una Montipora – sembra appartenere alla specie Tegastes o Parategastes. Questi animali sono molto piccoli - circa 0.34mm, e verranno trattati nella Parte 3 di questo articolo.
Foto dell’autore.

Copepodi – Portatori di malattie?

Ivanenko e Smurov (1996) hanno sollevato l’interessante questione che I copepodi potessero introdurre agenti patogeni nell’organismo ospite. Questo potrebbe spiegare il perché alcune infestazioni di copepodi sono abbastanza innocue, mentre altre causano il rapido deperimento e la morte dell’organismo ospite. Come nota aggiuntiva, c’è da dire che il batterio patogeno Vibrio è stato individuato attaccato all’esoscheletro di alcuni copepodi.

Commenti sulle Informazioni nel Database seguente

La lista seguente contiene informazioni sulla massima dimensione dei copepodi, i Colori delle varie specie e anche immagini. Innanzitutto, le mie immagini sono pure riproduzioni di ottime immagini a camera lucida fatte dai ricercatori Humes, Stock e altri ancora. In ogni caso, Coloro che desiderano identificare I copepodi, facciano riferimento ai documenti originali.

La lunghezza massima è riportata per la maggior parte dei seguenti taxa (unità tassonomica) Questa lunghezza non include anche la lunghezza della ‘coda’ (fural rami). Tenete presente che questi elenchi sono basati talvolta su osservazioni limitate a solo poche specie In un paio di casi, è stato possibile raccogliere solo esemplari di un solo sesso.

Il Colore è elencato per molti taxa, e questi Colori si basano sul Colore manifestato dai copepodi attraverso la trasmissione di luce con una particolare lampada del microscopio. Il Colore derivato da luce trasmessa, è differente dal Colore con luce riflessa. E per complicare ulteriormente le cose, il parassita può inglobare nei suoi tessuti I pigmenti provenienti dall’ospite (come nel caso del ‘red bug’ Orstomella che si nutre dei tessuti del corallo Favia) Alcuni di questi pigmenti possono essere fluorescenti (vedi Figura 140) e la qualità spettrale della luce che colpisce l’animale può alterare la percezione del Colore.

Le specie di coralli sono riportate così come nei documenti originali. La tassonomia dei coralli è in uno stato di continua evoluzione, così ho dovuto prestare molta attenzione per rivedere le descrizioni così come descritte nelle riviste originali.

Le classificazioni dei copepodi sono riviste molto di rado, e questo è successo dal momento che alcune delle descrizioni iniziali sono state pubblicate. Ad esempio, i parassiti del genere Lichomolgus,malgrado molto frequenti nelle prime pubblicazioni, sono stati tutti riassegnati ad altri generi. Questo sito web (www.advancedaquarist.com) è stato usato come riferimento per la revisione: WoRMS (World Register of Marine Species) at http://www.marinespecies.org/

Le viste laterali (prese da un lato), dorsale (prese dall’alto in basso) e ventrale (dal basso verso l’alto) rivelano differenti immagini dei 'bugs'. Fate attenzione che l’angolo di osservazione può differenziare profondamente queste immagini.

Non bisogna dare per scontato che un copepode è rappresentativo di tutti quelli presenti in una colonia di corallo. Humes (1994)afferma che single colonie di Acropora hyacinthus, A. gravida, e Montipora undata possono ospitare oltre 9 specie di parassiti Xarifia.

Arthur Humes, l’ultimo guru dei copepodi, ha inoltre riscontrato che l’identificazione e la classificazione dei copepodi è molto più facile se gli esemplari sono di sesso femminile.

Ora che conosciamo alcune nozioni di base sui copepodi, possiamo iniziare la nostra discussione sui parassiti dei coralli.

Parassiti dei coralli duri

Copepodi dell’Ordine Cyclopoida

Corallonoxia e Corallovexia sono stati riscontrati solo nei coralli dell’oceano Atlantico. Vi chiederete perché tali parassiti sono menzionati in un articolo per acquariofili dal momento che la maggior parte (ma non tutti) i coralli provenienti da quelle zone non possono essere importati e quindi sono illegali. Alcuni coralli (ad esempio Manicina areolata, o altri trovati su rocce vive coltivate) sono legalmente disponibili, ecco perché sono stati inclusi anche I parassiti dei coralli dell’Atlantico.

Corallonoxia baki
Ospite: Eusmilia fastigata
Ordine Cyclopoida
Famiglia Corallovexiidae
Massima dimensione riscontrata (femmine): ?
Massima dimensione riscontrata (maschi): ?
Colore: ?
Provenienza: Indie Occidentali (Atlantico)
Riferimenti: Stock, 1975
Corallonoxia longicauda
Ospite: Meandrina meandrites
Ordine Cyclopoida
Famiglia Corallovexiidae
Massima dimensione riscontrata (femmine): ?
Massima dimensione riscontrata (maschi): ?
Colore: ?
Provenienza: Indie Occidentali (Atlantico)
Riferimenti: Stock, 1975

Corallovexia brevibrachium
Ospite: Diploria labyrinthformis
Ordine Cyclopoida
Famiglia Corallovexiidae
Massima dimensione riscontrata (femmine): ?
Massima dimensione riscontrata (maschi): ?
Colore: ?
Provenienza: Indie Occidentali (Atlantico)
Riferimenti: Stock, 1975
Corallovexia dorospina
Ospite: Montastrea cavernosa
Ordine Cyclopoida
Famiglia Corallovexiidae
Massima dimensione riscontrata (femmine): ?
Massima dimensione riscontrata (maschi): ?
Colore: ?
Provenienza: Indie Occidentali (Atlantico)
Riferimenti: Stock, 1975


Figura 8. Montastrea cavernosa, una specie di corallo Atlantica, può essere colpita da infezione di questi parassiti. Foto di Jake Adams e www.coralIDea.com

Corallovexia kristenseni
Ospite: Colpophyllia natans
Ordine Cyclopoida
Famiglia Corallovexiidae
Massima dimensione riscontrata (femmine): ?
Massima dimensione riscontrata (maschi): ?
Colore: ?
Provenienza: Indie Occidentali (Atlantico)
Riferimenti: Stock, 1975

Corallovexia longibrachium
Ospite: Manicina areolata
Ordine Cyclopoida
Famiglia Corallovexiidae
Massima dimensione riscontrata (femmine): ?
Massima dimensione riscontrata (maschi): ?
Colore: ?
Provenienza: Indie Occidentali (Atlantico)
Riferimenti: Stock, 1975


Figura 9.  Manicina areolata è l’ospite preferito del parassita Corallovexia longibrachium. Questi sono coralli dell’Atlantico e non sono legalmente disponibili in commercio. Foto di Jake Adams e www.coralIDea.com.

Corallovexia mediobrachium
Ospite: Diploria strigosa
Ordine Cyclopoida
Famiglia Corallovexiidae
Massima dimensione riscontrata (femmine): ?
Massima dimensione riscontrata (maschi): ?
Colore: ?
Provenienza: Indie Occidentali (Atlantico)
Riferimenti: Stock, 1975
Corallovexia mixtibrachium
Ospite: Colpophyllia natans
Ordine Cyclopoida
Famiglia Corallovexiidae
Massima dimensione riscontrata (femmine): ?
Massima dimensione riscontrata (maschi): ?
Colore: ?
Provenienza: Indie Occidentali (Atlantico)
Riferimenti: Stock, 1975

Corallovexia similis
Ospite: Acropora palmata
Ordine Cyclopoida
Famiglia Corallovexiidae
Massima dimensione riscontrata (femmine): ?
Massima dimensione riscontrata (maschi): ?
Colore: ?
Provenienza: Indie Occidentali (Atlantico)
Riferimenti: Stock, 1975

Figura 10. Il corallo in via di estinzione Acropora palmata spesso è la casa del copepode parassita Corallovexia similis. Questi coralli potranno essere un giorno disponibili per gli acquariofili quando saranno ottimizzate le tecniche di accrescimento delle planule (larve). Foto di Jake Adams e www.CoralIDea.com.



Corallovexia ventrospinosa
Ospite: Montastrea brasiliana
Ordine Cyclopoida
Famiglia Corallovexiidae
Massima dimensione riscontrata (femmine): ?
Massima dimensione riscontrata (maschi): ?
Colore: ?
Provenienza: Indie Occidentali (Atlantico)
Riferimenti: Stock, 1975

Parassiti dei Coralli duri


Copepodi dell’Ordine Poecilostomatoida

Iniziamo ora una breve elencazione dei parassiti conosciuti nei coralli del Pacifico, iniziando con:

Amarda compta
Ospite: Favia sp.
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Massima dimensione riscontrata (femmine): 1.20mm
Massima dimensione riscontrata (maschi): 0.85mm
Colore: Opaco, occhio rosso
Provenienza: Madagascar
Riferimenti: Humes and Stock, 1972

Figura 11. Amarda compta, vista dorsale.
Amarda cultrata
Ospite: Favia sp.
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Massima dimensione riscontrata (femmine): 1.68mm
Massima dimensione riscontrata (maschi): 1.37mm
Colore: Opaco, occhio rosso
Provenienza: Madagascar
Riferimenti: Humes and Stock, 1972

Figura 12. Amarda cultrata, maschio, vista ventrale.
Amarda curvus
Ospite: Goniastrea retiformis
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2007

Amarda goniastraea
Ospite: Goniastrea retiformis
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1985

Anchimolgus abbreviatus
Ospite: Acrhelia horrescens
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1991

Anchimolgus angustus
Ospite: Gardinoseris planulata
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1992

Anchimolgus brevarius
Ospite: Goniopora stokesi
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1995

Anchimolgus compressus
Ospite: Galaxea fascicularis
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1996

Anchimolgus conformatus
Ospite: Goniopora sp.
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1995

Anchimolgus contractus
Ospite: Galaxea fascicularis
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1979

Anchimolgus convexus
Ospite: Parahalometra robusta
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1978

Anchimolgus digitatus
Ospite: Goniopora sp.
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Massima Dimensione Riscontrata (femmine): 2.0mm
Massima Dimensione Riscontrata (maschi): 1.62mm
Colore: Trasparente, occhio rosso scuro
Provenienza: Madagascar
Riferimenti: Humes e Ho, 1968a

Figura 13. Anchimolgus digitatus, un parassita delle specie Goniopora.

Anchimolgus eparmatoides
Ospite: Gardinoseris planulata
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes and Stock, 1972

Anchimolgus exsertus
Ospite: Echinophyllia horrida
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1991
Anchimolgus gibberulus
Ospite: Gardinoseris planulata
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1992

Anchimolgus gigas
Ospite: Goniopora stokesi
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes and Stock, 1995

Anchimolgus gracilipes
Ospite: Pavona danai
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2007

Anchimolgus hastatus
Ospite: Fungia sp.
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2007

Anchimolgus latens
Ospite: Fungia echinata
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1978

Anchimolgus maximus
Ospite: Fungia cocinnia
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2003

Figura 14. Fungia cocinnia è soggetta a stress a causa di copepodi parassiti. Foto di Steve Ruddy e www.coralreefecosystems.com

Anchimolgus mimeticus
Ospite: Goniopora sp.
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1995

Anchimolgus moluccanus
Ospite: Galaxea fascicularis
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1996

Anchimolgus multidentatus
Ospite: Alveopora catalai
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2003

Anchimolgus nastuas
Ospite: Galaxea fascicularis
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1996
Anchimolgus noumensis
Ospite: Seriatopora hystrix
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2003

Anchimolgus orectus
Ospite: Fungia paumotensis
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1978

Anchimolgus pandus
Ospite: Fungia echinata
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1978
Anchimolgus paragensis
Ospite: Hydnophora microconus
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2007

Anchimolgus prolixipes
Ospite: Porites (andrewsi?) e Porites nigrescens
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Massima Dimensione Riscontrata (femmine): 1.15mm
Massima Dimensione Riscontrata (maschi): 0.85mm
Colore: Trasparente o opaco, occhio rosso
Provenienza: Madagascar
Riferimenti: Humes and Ho, 1968a

Figura 15. Anchimolgus prolixipes, vista dorsale.

Anchimolgus punctilis
Ospite: Pocillopora damicornis
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1978

Anchimolgus stellus
Ospite: Gardinoseris planulata
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1972

Anchimolgus tanaus
Ospite: Acrhelia horrescens
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1991

Anchimolgus tenuipes
Ospite: Seriatopora hystrix
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2003
Anchimolgus tridentatus
Ospite: Echinopora lamellosa
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2003

Andrianellus exsertidens
Ospite: Favia sp., Platygyra daedala
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Massima Dimensione Riscontrata (femmine): 1.33mm
Massima Dimensione Riscontrata (maschi): 1.22mm
Colore: Opaco, occhio rosso
Provenienza: Madagascar
Riferimenti: Humes and Stock, 1973

Figura 16. Andrianellus exsertidens, vista laterale.

Andrianellus papillipes
Ospite: Platygyra ryukyuensis
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2007

Armadopsis merulinae
Ospite: Merulina ampliata
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Massima Dimensione Riscontrata (femmine): 1.57mm
Massima Dimensione Riscontrata (maschi): 1.41mm
Colore: Opaco, intestine arancio-rosso, occhio rosso, sacca ovarica grigia.
Provenienza: Nuova Caledonia
Riferimenti: Humes, 1974

Figura 17. Armadopsis merulinae, femmina con uova, vista dorsale.

Cerioxynus alatus
Ospite: Favia favus
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Massima Dimensione Riscontrata (femmine): 1.60mm
Massima Dimensione Riscontrata (maschi): 1.39mm
Colore: Opaco, intestino arancio-marrone, occhio rosso, sacca ovarica grigia.
Provenienza: Nuova Caledonia
Riferimenti: Humes, 1974

Cerioxynus bandensis
Ospite: Favites virens
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1979

Figura 18. Cerioxymus alatus, riscontrato in associazione con il corallo duro Favia.

Cerioxynus favitocolus
Ospite: Favites halicora
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Massima Dimensione Riscontrata (femmine): 1.12mm
Massima Dimensione Riscontrata (maschi): 0.88mm
Colore: Opaco, canale alimentare marrone chiaro, occhio rosso, sacca ovarica grigia.
Provenienza: Nuova Caledonia
Riferimenti: Humes, 1974


 Figura 19. Cerioxymus favitocolus, femmina senza sacche ovariche, vista laterale. Humes, 1974.
Figura 20. Cerioxymus favitocolus, femmina con sacche ovariche, vista dorsale.

Cerioxynus moluccensis
Ospite: Favites pentagonia
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Provenienza: Great Barrier Reef
Riferimenti: Humes, 1979

Cerioxynus montastreae
Ospite: Montastrea curta
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Provenienza: Grande Barriera Corallina
Riferimenti: Humes, 1994

Cerioxynus oulophylliae
Ospite: Oulophyllia crispa
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Provenienza: Isole Molucche e Grande Barriera Corallina, Australia
Riferimenti: Humes, 1994

Dumbeana undulatipes
Ospite: Psammocora togianensis and P. logianensis
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Provenienza: Sabiura
Riferimenti: Misaki, 1978; Humes, 1996

Ecphysarion ampullulum
Ospite: Acropora rosaria
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1993

Ecphysarion lobophorum
Ospite: Acropora scherzeriana, Acropora cytheria, Acropora florida, Acropora sp.
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Massima Dimensione Riscontrata (femmine): 1.36mm
Massima Dimensione Riscontrata (maschi): 1.19mm
Colore: Ambra, occhio rosso, sacca ovarica grigia
Provenienza: Madagascar
Riferimenti: Described as Lichomolgus lobophorus, Humes and Ho, 1968a
Also described elsewhere as Schedomolgus lobophorus.
Figura 21. Ecphysarion lobophorum, femmina con uova, vista dorsale.

Ecphysarion spinulatum
Ospite: Acropora palifera
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1993
Gelastomolgus spondyli
Ospite: Plerogyra sp.
Massima Dimensione Riscontrata (femmina): 1.16mm
Massima Dimensione Riscontrata (maschi): 0.59mm
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes and Stock, 1973
Commento: C’è il sospetto che la Plerogyra non sia l’ospite primario di questo copepode, e la sua presenza sia quindi casuale.

Figura 22. Gelastomolgus spondyli, vista dorsale.

Haplomolgus incolumis
Ospite: Montipora caliculata
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes and Ho, 1968

Haplomolgus montiporae
Ospite: Montipora sinensis, Montipora stellata
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Massima Dimensione Riscontrata (femmina): 0.89mm
Massima Dimensione Riscontrata (maschi): 0.90mm
Colore: Ambra chiaro, occhio rosso, sacca ovarica grigia-nera
Provenienza: Madagascar
Riferimenti: Humes and Ho, 1968a

Figura 23. Haplomolgus montiporae, vista dorsale.
Haplomolgus subdeficiens
Ospite: Montipora undata
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1978

Humesiella corallicola
Ospite: Hydnophora sp.
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Massima Dimensione Riscontrata (femmina): ?
Massima Dimensione Riscontrata (maschi): ?
Colore: ?
Provenienza: Coste Indiane Sud Orientali
Riferimenti: Sebastian and Pillai, 1973

Figura 24. Humesiella corallicola, maschio, vista dorsale, parassita del corallo durol Hydnophora. Sebastian e Pillai, 1973.
Famiglia: Lichomolgidae: Lichomolgus queste specie sono spesso menzionate in precedenti priferimenti. Con le nuove pubblicazioni, molte specie sono state assegnate ad altri generi.

Lichomolgus arcuatipes: Vedi Schedomolgus arcuatipes

Lichomolgus campulus: Vedi Odontomolgus campulus

Lichomolgus crassus: Vedi Spaniomolgus crassus

Lichomolgus digitatus: Vedi Anchiomolgus digitatus

Lichomolgus geminus: Vedi Spaniomolgus geminus

Lichomolgus prolixipes: Vedi Anchiomolgus prolixipes

Lichomolgus lobophorus: Vedi Ecphysarion lobophorum (Also described as Schedomolgus lobophorus)


Lipochaetes extrusus
Ospite: Psammocora logianensis
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1996

Odontomolgus actinophorus
Ospite: Pavona angularis, Pavona angulata, Pavona cactus, Pavona danai, e Pavona venusta
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Massima Dimensione Riscontrata (femmina): ?
Massima Dimensione Riscontrata (maschi): ?
Colore: Occhio rosso
Provenienza: Madagascar
Riferimenti: Humes and Stock, 1973

 
Figura 25. Odontomolgus actinophorus, femmina con uova.

Odontomolgus bulbalis
Ospite: Merulina ampliata
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1991

Odontomolgus campulus
Ospite: Alveopora sp. and Goniopora sp.
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Massima Dimensione Riscontrata (femmina): 1.26mm
Massima Dimensione Riscontrata (maschio): 1.17mm
Colore: Opaco chiaro, occhio rosso
Provenienza: Madagascar
Riferimenti: Humes and Ho, 1968a

Figura 26. Odontomolgus campulus, associate ad almeno una specie di Alveopora.

Odontomolgus decens
Ospite: Heliofungia actiniformis
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes & Stock, 1972

Figura 27. Odontomolgus decens può infestare Heliofungia actiniformis.

Odontomolgus exilipes
Ospite: Psammocora samoensis
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2003

Odontomolgus flammeus
Ospite: Fungia sp.
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2007

Odontomolgus forhani
Ospite: Montipora compressa
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes and Stock, 1972

Odontomolgus fultus
Ospite: Halomitra pileus
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes and Stock, 1972


Odontomolgus geminus
Ospite: Psammocora samoensis
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2003


Odontomolgus mucosus
Ospite: Gardineroseris planulata
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2006


Odontomolgus mundulus
Ospite: Alveopora mortenseni
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1974


Odontomolgus parvus
Ospite: Goniastrea retiformis
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2007


Odontomolgus pavonus
Ospite: Pavona danai
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2007


Odontomolgus pumulis
Ospite: Gardineroseris planulata
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1992


Odontomolgus rhadinus
Ospite: Psammocora contigua, Psammocora spp. e Pavona sp.
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Massima Dimensione Riscontrata (femmina): ?
Massima Dimensione Riscontrata (maschi): ?
Colore: Occhio rosso
Provenienza: Madagascar
Riferimenti: Humes e Stock, 1973


Odontomolgus scitulus
Ospite: Fungia fungites
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1973


Odontomolgus unioviger
Ospite: Gardineroseris planulata
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2006

Panjakus bidentis
Ospite: Pocillopora verrucosa
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2004

Panjakus directis
Ospite: Leptoria tenuis
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1995
Panjakus eumeces
Ospite: Hydnophora rigida
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1991
Figura 28. Le colonie di Hydnophora sono soggette all’infezione di numerose specie di copepodi parassiti. Foto di Steve Ruddy e www.coralreefecosystems.com.

Panjakus fastigatus
Ospite: Platygyra ryukyuensis
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2005

Panjakus hydnophorae
Ospites: Hydnophora exesa, Hydnophora tenella, Hydnophora sp.
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Massima Dimensione Riscontrata (femmina): 1.42mm
Massima Dimensione Riscontrata (maschi): 1.33mm
Colore:Opaco scuro con piccoli nei rosso-marroni, occhio rosso, sacca ovarica grigia
Provenienza: Nuova Caledonia
Riferimenti: Humes and Stock, 1973

Figura 29. Panjakus hydnophorae, un parassita della specie Hydnophora.

Panjakus iratus
Ospite: Hydnophora microconus
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2005

Panjakus necopinus
Ospite: Leptoria tenuis
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1995

Panjakus parvipes
Ospite: Platygyra ryukyuensis
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2005

Panjakus platygyrae
Ospites: Platygyra lamellina, Platygyra daedala
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Massima Dimensione Riscontrata (femmina): 1.53mm
Massima Dimensione Riscontrata (maschi): 1.36mm
Colore: Opaco, iintestino giallino chiaro, occhio rosso scuro
Provenienza: Nuova Caledonia
Riferimenti: Humes and Stock, 1973
Figura 30. Panjakus platygyrae, vista dorsale.

Panjakus saccipes
Ospite: Hydnophora microconus
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2005
Prionomolgus lanceolatus
Ospite: Pachyseris speciosa
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Massima Dimensione Riscontrata (femmina): 1.42mm
Massima Dimensione Riscontrata (maschi): 1.08mm
Colore: Trasparente, occhio rosso, sacca ovarica grigia
Provenienza: Madagascar
Riferimenti: Humes and Ho, 1968a
Figura 31. Prionomolgus lanceolatus, vista dorsale.

Rakotoa ceramensis
Ospite: Favites pentagona
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1979

Rakotoa proteus
Ospite: Favia sp.
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Massima Dimensione Riscontrata (femmina): 1.64mm
Massima Dimensione Riscontrata (maschi): 1.55mm
Colore:Grigio opaco, intestino rossastro, occhio non visibile
Provenienza: Madagascar
Riferimenti: Humes and Stock, 1973

Figura 32. Rakotoa proteus, parassita del corallo duro Favia.


Schedomolgus arcuatipes
Ospite: Acropora palifera
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Massima Dimensione Riscontrata (femmina): 1.11mm
Massima Dimensione Riscontrata (maschi): 1.28mm
Colore: Da trasparente a opaco, occhio rosso, sacca ovarica grigia
Provenienza: Madagascar
Riferimenti: Described as Lichomolgus arcuatipes, Humes and Ho, 1968a

Figura 33. Schedomolgus arcuatipes, maschio, vista dorsale.

Schedomolgus dumbensis
Ospite: Fungia fungites
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2003
Schedomolgus exiliculus
Ospite: Acropora palifera
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1993
Schedomolgus idanus
Ospite: Acropora patula
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1993

Schedomolgus insignellus
Ospite: Acropora valida
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes and Stock, 1972
Schedomolgus lobophorus: Vedi Ecphysarion lobophorum. Also described as Lichomolgus lobophorum

Schedomolgus majusculus
Ospite: Acropora rosaria
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes and Stock, 1972

Schedomolgus tener
Ospite: Fungia echinata
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1993

Schedomolgus tenuicaudatus
Ospite: Acropora Rosaria
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2003

Schedomolgus walteri
Ospite: Lobophyllia corymbosa
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2003

Scyphuliger cyphuliger
Ospite: Acropora exilis
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1993

Scyphuliger concavipes
Ospite: Acropora hyacinthus
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1991

Scyphuliger eumorphus
Ospite: Acropora hyacinthus
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1993

Scyphuliger humesi
Ospite: Acropora squarrosa
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2004

Scyphuliger karangmmiensis
Ospite: Acropora intermedia
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2007

Scyphuliger latus
Ospite: Acropora exilis
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2003

Scyphuliger longicaudus
Ospite: Acropora convexa
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2003

Scyphuliger manifestus
Ospite: Acropora hyacinthus
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1991

Scyphuliger paucisuruculus
Ospite: Acropora exilis
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2003

Scyphuliger pennatus
Ospite: Acropora corymbosa
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2003

Scyphuliger pilosus
Ospite: Acropora corymbosa
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2003

Scyphuliger placious
Ospite: Acropora squarrosa
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2004
Scyphuliger tenuatis
Ospite: Acropora cymbicyanthus
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1990

Scyphuliger vicinus
Ospite: Acropora squarrosa
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Kim, 2004

Stockia indica
Ospite: Favia sp.
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1994

Unicispina latigenitalis
Ospite: Acropora palifera
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Anchimolgidae
Riferimenti: Humes, 1993

Ordine: Poecilostomatoida
Famiglia: Clausidiiae
Genera: Hemicyclops

Hemicyclops regalis
Ospite: Porites lobata
Ordine Poecilostomatoida
Famiglia Clausidiiae
Provenienza: Panama (Pacific)
Riferimenti: Humes, 1994

Ordine: Poecilostomatoida
Famiglia: Rhynchomolgidae
Genera: Diallagomolgus, Kombia, Mandobius, Monomolgus, Ravahina, Spaniomolgus, Xenomolgus, Wedanus

Diallagomolgus productus
Ospite: Cyphastrea chalcidicum and Cyphastrea gardineri
Ordine: Poecilostomatoida
Famiglia: Rhynchomolgidae
Massima Dimensione Riscontrata (femmina): 1.43mm
Massima Dimensione Riscontrata (maschi): 1.25mm
Colore: Opaco con alcuni globuli rossi nel prosoma (corpo), intestino marrone, occhio rosso, sacca ovarica grigia
Provenienza: Nuova Caledonia
Riferimenti: Humes, 1979
Figura 34. Diallagomolgus productus, maschio, vista dorsale.

Diallagomolgus vicinus
Ospite: Cyphastrea chalcidicum
Ordine: Poecilostomatoida
Famiglia: Rhynchomolgidae
Massima Dimensione Riscontrata (femmina): 1.27mm
Massima Dimensione Riscontrata (maschi): 1.09mm
Colore: Opaco, intestino marrone, occhio rosso, sacca ovarica grigia
Provenienza: Nuova Caledonia
Riferimenti: Humes, 1979

Figura 35. Diallagomolgus vicinus riscontrato nella Cyphastrea chalcidicum.

Kombia angulata
Ospite: Psammocora sp., Porites nigrescens, and Porites somaliensis
Ordine: Poecilostomatoida
Famiglia: Rhynchomolgidae
Provenienza: Madagascar
Riferimenti: Humes, 1962

Figura 36. Kombia angulata. E’ noto che la specie Kombia è un parassita dei coralli Porites e Psammocora.

Kombia avitus
Ospite: Porites sp.
Ordine: Poecilostomatoida
Famiglia: Rhynchomolgidae
Riferimenti: Kim, 2007

Kombia curvata
Ospite: Porites lutea
Ordine: Poecilostomatoida
Famiglia: Rhynchomolgidae
Riferimenti: Nair and Pillai, 1986

Kombia imminens
Ospite: Porites monticulosa
Ordine: Poecilostomatoida
Famiglia: Rhynchomolgidae
Riferimenti: Humes, 1962

Kombia incrassata
Ospite: Porites lobata
Ordine: Poecilostomatoida
Famiglia: Rhynchomolgidae
Riferimenti: Humes, 1984

Mandobius regalis
Ospite: Pectinia lactuca
Ordine: Poecilostomatoida
Famiglia: Rhynchomolgidae
Riferimenti: Humes, 1994

Monomolgus baculigeres
Ospite: Porites nigrescens
Ordine: Poecilostomatoida
Famiglia: Rhynchomolgidae
Riferimenti: Humes, 1979

Monomolgus psammocorae
Ospite: Psammocora sp.
Ordine: Poecilostomatoida
Famiglia: Rhynchomolgidae
Massima Dimensione Riscontrata (femmina): ?
Massima Dimensione Riscontrata (maschi): ?
Colore: Occhio rosso
Provenienza: Madagascar
Riferimenti: Humes and Stock, 1973

Monomolgus torulus
Ospite: Porites lobata
Ordine: Poecilostomatoida
Famiglia: Rhynchomolgidae
Riferimenti: Humes, 1984

Monomolgus unihastatus
Ospite: Porites (andrewsi?), Porites (nigrescens?), Porites sp.
Ordine: Poecilostomatoida
Famiglia: Rhynchomolgidae
Massima Dimensione Riscontrata (femmina): ?
Massima Dimensione Riscontrata (maschi): ?
Colore: Occhio rosso
Provenienza: Madagascar
Riferimenti: Humes and Stock, 1973

Figura 37. Monomolgus unihastatus, femmina, vista dorsale.
Numboa porosa
Ospite: Psammocora togianensis
Ordine: Poecilostomatoida
Famiglia: Rhynchomolgidae
Massima Dimensione Riscontrata (femmina): ?
Massima Dimensione Riscontrata (maschi): ?
Colore: ?
Provenienza: ?
Riferimenti: Humes 1997

Ravahina tumida
Ospite: Porites (andrewsi?)
Ordine: Poecilostomatoida
Famiglia: Rhynchomolgidae
Massima Dimensione Riscontrata (femmina): ?
Massima Dimensione Riscontrata (maschi): Unknown
Colore: ?
Provenienza: Madagascar
Riferimenti: Humes and Stock, 1973

Figura 38. Ravahina tumida,un parassita specifico di una particolare specie di Porites.

Spaniomolgus compositus
Ospite: Seriatopora octoptera, Seriatopora subseriata, Seriatopora sp.
Ordine: Poecilostomatoida
Famiglia: Rhynchomolgidae
Massima Dimensione Riscontrata (femmina): ?
Massima Dimensione Riscontrata (maschi): ?
Colore: ?
Provenienza: Madagascar
Riferimenti: Humes and Stock, 1973

Figura 39. Spaniomolgus compositus, parassita della specie Seriatopora.

Spaniomolgus crassus
Ospite: Stylophora pistillata, Stylophora mordax, Acropora sp.
Ordine: Poecilostomatoida
Famiglia: Rhynchomolgidae
Massima Dimensione Riscontrata (femmina): 1.44mm
Massima Dimensione Riscontrata (maschi): 1.25mm
Colore: Da trasparente a Opaco con zone di colore ambra-rossastre alla base delle antenne, occhio rosso
Provenienza: Madagascar
Riferimenti: Described as Lichomolgus crassus, Humes e Ho, 1968a

Figura 40. Spaniomolgus crassus riscontrato in alcuni coralli SPS.
Spaniomolgus geminus
Ospite: Stylophora pistillata, Stylophora mordax, Stylophora sp. and Acropora sp.
Ordine: Poecilostomatoida
Famiglia: Rhynchomolgidae
Massima Dimensione Riscontrata (femmina): 1.61mm
Massima Dimensione Riscontrata (maschi): 1.55mm
Colore: Translucent, occhio rosso, sacca ovarica grigia
Provenienza: Madagascar
Riferimenti: Described as Lichomolgus geminus, Humes e Ho, 1968a

Figura 41. Spaniomolgus geminus, vista laterale.

Wedanus inconstans
Ospite: Goniopora tenuidens
Ordine: Poecilostomatoida
Famiglia: Rhynchomolgidae
Riferimenti: Humes, 1978

Xenomolgus varius
Ospite: Porites sp.
Ordine: Poecilostomatoida
Famiglia: Rhynchomolgidae
Massima Dimensione Riscontrata (femmina): 1.76mm
Massima Dimensione Riscontrata (maschio): 1.21mm
Colore: sconosciuto
Provenienza: Isole Mauritius
Riferimenti: Humes e Stock, 1973

Figura 42. Xenomolgus varius, vista dorsale.
Figura 43. Xenomolgus varius, vista laterale.

Così si conclude per ora la nostra discussione sui parassiti dei coralli duri. Esamineremo altri 'bugs' nel prossimo magazine.


  
Questo e tanti altri meravigliosi articoli, li trovate disponibili anche qui 

Ringrazio il forum Reefitalia (con il quale collaboro) ed in particolar modo l'amministratore Mauro Milanesi, per avermi autorizzato alla pubblicazione dell'articolo.

Daniele Russo